CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO ED AGRICOLTURA

CALTANISSETTA

Ufficio Brevetti e Marchi

H HOMEPAGE    

J PROPRIETA’ INTELLETTUALE

]PAGINA INIZIALE BREVETTI E MARCHI

 

DOVE SIAMO : CALTANISSETTA

Corso Vittorio Emanuele, 38 - C.A.P.93100

Tel.0934530623 - 0934530641

Fax 0934530641 - 0934653111

E-Mail patlibsicilia@cl.camcom.it

www.cameracommercio.cl.it

 

 

 

 

 

MARCHIO D’IMPRESA

Rinnovo

(Deposito di una pratica in formato cartaceo)

 

 

 

 

 

AVVERTENZE:

-          Prima di procedere alla preparazione della documentazione da presentare, è necessario che nel vostro personal computer sia installato anche il programma Adobe Reader scaricabile gratuitamente  Adobe Reader http://www.adobe.it/products/acrobat/readstep2.html

-          Tutta la documentazione da presentare deve essere prodotta in formato cartaceo, a mezzo macchina da scrivere o elaboratore elettronico, leggibile anche da apparecchiature di scansione.

 

 

 

 

ISTRUZIONI OPERATIVE

 

COME SI PREPARA LA PRATICA CARTACEA

DA PRESENTARE ALLA

CAMERA DI COMMERCIO

 

 

COSA FARE    e     COME FARE

 

 

MODULO RICHIEDENTE

 

 

 

 

 

 

 

 

DOMANDA DI REGISTRAZIONE SULL'APPOSITO MODULO RICHIEDENTE  in UNA COPIA (Pagine 1, 2 e 3) da compilare usando la tastiera (pdf editabile).

 

NON SI POSSONO PRESENTARE MODULI COMPILATI A MANO!

 

Nel caso in cui gli spazi del MODULO RICHIEDENTE non sono sufficienti si devono utilizzare uno o più fogli FOGLIO AGGIUNTIVO .

Per la compilazione del PUNTO 2 del MODULO RICHIEDENTE bisogna indicare le stesse classi della registrazione precedente, con l’elencazione degli stessi prodotti e/o servizi. Consultare eventualmente anche la CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE PRODOTTI E SERVIZI  .

 

 

 

DISPOSIZIONI PARTICOLARI

 

La domanda (MODULO RICHIEDENTE) e gli eventuali FOGLI AGGIUNTIVI non possono essere modificati nella loro configurazione originale e debbono essere compilati e stampati, mantenendo le stesse dimensioni e gli stessi margini, su fogli di carta formato A4.

La domanda (MODULO RICHIEDENTE)e  gli eventuali FOGLI AGGIUNTIVI  debbono essere firmati dal richiedente, nell’appositi spazi indicati.

La domanda, completa della documentazione, può essere depositata a mano presso la CAMERA DI COMMERCIO - Ufficio brevetti dall’interessato direttamente o tramite una persona munita di delega scritta come da FAC-SIMILE DELEGA.

La persona eventualmente delegata dovrà presentarsi presso l'Ufficio ricevente munita di apposita delega in carta semplice, con firma del richiedente non autenticata, basta allegare la fotocopia di un documento di identità. La persona delegata deve farsi riconoscere a mezzo di un proprio documento di identità personale.

Il deposito della domanda richiede un tempo medio di quarantacinque minuti, per il controllo e la registrazione informatica dei documenti e per l’apposizione delle firme da parte del richiedente (o delegato) e del funzionario della Camera di Commercio, in reciproca presenza.

 

 

ESEMPLARE DEL MARCHIO

 

MARCHIO VERBALE

 

OPPURE   

 

MARCHIO FIGURATIVO      

                  

 

 

 

N.1 ESEMPLARE DEL MARCHIO, riprodotto o fotocopiato in quadrato di carta ritagliato cm 7x7, vedasi ESEMPI DI MARCHIO

 

 

TASSA DI RINNOVO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA TASSA DI RINNOVO VA PAGATA SUBITO DOPO IL DEPOSITO, TRAMITE APPOSITO MODELLO F24

 

IMPORTI PREVISTI

 

Primo rinnovo (10 anni)

 

-          Tassa di rinnovo comprensiva di una classe di prodotti o servizi

-          =  Euro 67,00

-          Per ogni classe aggiunta alla prima l’importo complessivo da pagare aumenta di Euro 34,00

 

-------------------------------

ESEMPI di TASSE

 

-          Se nella domanda viene richiesta una sola classe = Euro  67,00

-          Se nella domanda vengono richieste due classi =    Euro 101,00

-          Se nella domanda vengono richieste tre classi =    Euro 135,00

-          eccetera

 

 

 

DIRITTI DI SEGRETERIA

 

 

 

 

 

ATTESTAZIONE DEL VERSAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA, euro 40,00 sul c.c.p.n.00243931 intestato alla Camera di Commercio I.A.A. di Caltanissetta,

- utilizzando un normale bollettino postale

 

In alternativa, si può effettuare il versamento direttamente tramite POS (con carta di credito o carta bancomat)  presso la Camera di Commercio  

 

 

MARCA DA BOLLO

 

 

 

N.1 MARCA DA BOLLO DA EURO 16,00 non incollata da acquistare presso una qualsiasi rivendita di valori bollati (es. Tabacchi)

 

 

 

 

ORARIO PER LA PRESENTAZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO

 

tutti i giorni,

dal lunedì al venerdì,

dalle ore 9,00 alle ore 12,00

Per motivi organizzativi, è OBBLIGATORIO fissare un appuntamento

Chiamando il numero telefonico 0934530623 - 0934530641

 

 

 

 

 

 

 

CONTATTI : Sig.Giovanni SAVARINO

            Sig.Fabrizio Giuseppe SERIO

 

 

 

MARCHIO COLLETTIVO

 

Possono essere richiesti anche marchi collettivi da parte di soggetti, individuali o collettivi, che svolgano la funzione di garantire la natura, la qualità o l'origine di determinati prodotti o servizi; possono essere perciò usati da più persone che si assoggettano all'osservanza di determinati standard di qualità e ai relativi controlli.

La procedura per ottenere la registrazione di un marchio collettivo è analoga a quella prevista per il marchio d’impresa, con le seguenti differenze:

-          alla domanda di registrazione di un marchio collettivo dovrà essere allegata anche una copia del regolamento concernente l'uso di tale marchio e i relativi controlli e sanzioni

 

 

 

TASSA MARCHIO COLLETTIVO

 

 

 

Rinnovazione (10 anni)

 

- Tassa di registrazione per una o più  classi  Euro 202,00

 

 

 

 

 

 

ALTRE NOZIONI SUI MARCHI NAZIONALI

(CODICE DI PROPRIETA’ INDUSTRIALE – Decreto Legislativo 10 febbraio 2005, n.30)

 

Titolarità del marchio

 

Può ottenere una registrazione per marchio d'impresa chi lo utilizzi, o si proponga di utilizzarlo, nella fabbricazione o commercio di prodotti o nella prestazione di servizi della propria impresa o di imprese di cui abbia il controllo o che ne facciano uso con il suo consenso.

Non può ottenere una registrazione per marchio d'impresa chi abbia fatto la domanda in malafede.

Anche le amministrazioni dello Stato, delle regioni, delle province e dei comuni possono ottenere registrazioni di marchio.

I marchi d'impresa sono concessi anche agli stranieri a condizioni di reciprocità.

 

Diritti derivanti dalla registrazione

Il titolare del marchio registrato ha diritto di farne uso per contraddistinguere i propri prodotti o servizi e di vietarne l'uso da parte di altri per prodotti o servizi identici o affini.

 

Requisiti per la registrazione

Affinché uno dei segni sopra indicati possa essere registrato come marchio è necessario che esso abbia i seguenti requisiti:

- novità: è l'assenza sul mercato di prodotti o servizi contraddistinti da segno uguale o simile. La novità peraltro non difetta qualora il marchio precedente sia scaduto da oltre due anni (tre se trattasi di un marchio collettivo) o sia decaduto per non uso ultraquinquennale;

- capacità distintiva: è la capacità di distinguere un prodotto o servizio da quello di altri;

- liceità: è la conformità all'ordine pubblico e al buon costume.

 

Al fine di agevolare la verifica del requisito della novità, è possibile effettuare apposita ricerca rivolgendosi ad uno dei Centri di Informazione esistenti in tutto il territorio nazionale. In Sicilia vi è il Centro di Informazione Brevettuale PATLIB SICILIA di Caltanissetta il quale dispone del collegamento alla banca dati nazionale dei Marchi ed è in grado di estendere la ricerca anche a livello Europeo (Marchio Comunitario) ed Internazionale (Marchio Internazionale).

 

Non possono costituire oggetto di registrazione segni specificatamente

individuati dalla legge quali ad esempio:

 

Possibilità di rivendicare una priorità

Anche per i marchi è possibile rivendicare la priorità di un deposito effettuato in uno dei paesi aderenti alla Convenzione di Parigi.

La rivendicazione della priorità va effettuata contestualmente alla domanda di brevetto o al massimo entro i due mesi successivi, purché non si eccedano i sei mesi dalla stessa data.