Ingresso Area Riservata Mappa del sito Contatti
Area riservata
www.cameracommercio.cl.it    23/11/2017 12:23:43
  Chi siamo - Dove siamo - Statuto - Codice Etico
  Amministrazione Trasparente
  Albo Pretorio on line
  Imprese - Lavoro - Incentivi - Piattaforma FILO
  Nuova CCIAA Agrigento Caltanissetta Trapani
IN PRIMO PIANO: ALTERNANZA SCUOLA LAVORO - BANDO CONTRIBUTI ALLE IMPRESE - scadenza domande 23 dicembre 2017
:: Legge 44/86 Per l'imprenditorialità giovanile
  Home
News
martedì 29 agosto 2017
:: Attenzione a richieste di pagamento riferite a MARCHI, BREVETTI, DISEGNI E MODELLI
OCCHIO ALLA TRUFFA - BREVETTI, MARCHI, DISEGNI E MODELLI.
ATTENZIONE ALLE RICHIESTE DI PAGAMENTO


A seguito di numerose segnalazioni, la Camera di Commercio di Caltanissetta - sede d »
martedì 18 aprile 2017
:: Guida interattiva agli adempimenti societari
Guida interattiva agli adempimenti societari

La Guida interattiva agli adempimenti societari è il nuovo strumento che consente di cercare, attraver »
venerdì 13 ottobre 2017
:: Pratiche commerciali scorrette con invio di bollettini alle imprese
A seguito delle notizie pervenute da alcune Camere, l’Unioncamere ha chiesto
l’intervento dell’Autorità garante della concorrenza per verificare la condotta relativa all’invio di bollettini precom »
Riferimenti normativi

La legge n. 44/86 è stata modificata dalla Legge 29 marzo 1995, n. 95 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 gennaio 1995, n. 26, recante disposizioni urgenti per la ripresa delle attività imprenditoriali.
Testo coordinato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 aprile 1995, n. 98.
Per l'attuazione della legge è stato emanato il Decreto del Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica 18 febbraio 1998, n. 306 Regolamento recante norme per la concessione di agevolazioni finanziarie all'imprenditorialità giovanile.
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 25 agosto 1998, n. 197.
Le possibilità della legge 44/86

La legge si rivolge a giovani che vogliano avviare una nuova impresa. Sono escluse dall’applicazione le società
di fatto, le ditte individuali e quelle che, a prescindere dalla forma societaria, abbiano già iniziato l’attività.
Le aree geografiche sono quelle dell’obiettivo 1, 2 e 5/b, nonché quelle ammesse alla deroga di cui all’art.92.3 del trattato di Roma.
Le iniziative ammissibili riguardano i settori della produzione dei beni nell’industria, nell’artigianato e in agricoltura, oltre a quelle di fornitura di servizi alle imprese (quindi si escludono i settori commerciali, del turismo e della formazione), fino ad un investimento massimo di 5 miliardi.
Alla base della legge c’è la redazione e la presentazione, alla Società IG (IMPRENDITORIALITA’ GIOVANILE) di un 'PROGETTO D’IMPRESA', o 'Studio di Fattibilità', che descriva nel dettaglio obiettivi, mezzi, strategie e risorse della nascente società.
Le agevolazioni concesse in fase di investimento (contributi a fondo perduto e mutui agevolati) possono riguardare:
1. studio di fattibilità
2. terreno e opere edilizie
3. allacciamenti
4. macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica
5. brevetti
6. altri beni materiali ed immateriali ad utilizzo pluriennale
L’IVA resta invece a carico della società.
Le agevolazioni concesse per la fase di gestione sono concesse nella forma di contributi a fondo perduto, relativamente a:
1. materie prime
2. semilavorati
3. prodotti finiti
4. servizi ricevuti concernenti l’attività di progetto
5. interessi
6. sconti e altri oneri finanziari
L’IVA è a carico della società
http://www.cameradicommercio.it/larete.asp