Ingresso Area Riservata Mappa del sito Contatti
Area riservata
www.cameracommercio.cl.it    22/07/2017 14:52:02
  Chi siamo - Dove siamo - Statuto - Codice Etico
  Amministrazione Trasparente
  Albo Pretorio on line
  Imprese - Lavoro - Incentivi - Piattaforma FILO
  Nuova CCIAA Agrigento Caltanissetta Trapani
IN PRIMO PIANO: Martedì 6 giugno TERZO INCONTRO DI “ECCELLENZE IN DIGITALE”
:: Qualità e Ambiente.
  Home
Qualità e Ambiente.
:: MUD
Modello di Dichiarazione Ambientale

Secondo quanto previsto dalla Legge 70/94, ogni anno, le imprese che producono o gestiscono rifiuti, e quelle ch »
CERTIFICAZIONE DI QUALITA'

La certificazione di qualità è un'altra delle attività svolte dalle Camere di Commercio a supporto della valorizzazione del territorio. L'impresa per essere competitiva sul mercato deve innovare e certificare continuamente tanto i processi quanto i prodotti. A tal fine le Camere di Commercio hanno istituito nel lontano 1905 il primo Laboratorio chimico-merceologico e oggi sono impegnate a gestire una rete di 28 Laboratori chimico-merceologici e di 30 Sportelli informativi a indirizzo tecnologico diffusi su tutto il territorio nazionale. Informazioni e chiarimenti si possono avere consultando dal sito:
www.labcam.camcom.it
www.dintec.it/f_norm.html
AMBIENTE

Ma territorio è anche ambiente.
La sua qualità non è, infatti, un problema che riguarda solo la vita dei cittadini, ma anche le relazioni economiche sul territorio. La legge n.70 del 25 gennaio 1994 e il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 luglio 1995, istitutivo del Modello unico di dichiarazione ambientale, mirano a semplificare e unificare gli obblighi delle imprese verso la pubblica amministrazione in materia di comunicazione ambientale.
L'obiettivo che la legislazione si è proposto è stato quello di superare l'estrema frammentazione, che esisteva in materia di competenze tra i vari soggetti deputati alla raccolta di dati in campo ambientale, attraverso la realizzazione di un modello di dichiarazione (il Mud), che comprende tutte le dichiarazioni preesistenti, unificando i punti di acquisizione delle informazioni presso le Camere di Commercio e uniformando la gestione dei dati sul territorio nazionale, grazie al sistema informativo realizzato da InfoCamere in collaborazione con Ecocerved.
Un altro servizio in materia di comunicazione ambientale è BORSA TELEMATICA DEL RECUPERO da cui le imprese del territorio possono accedere per via telematica
L'accesso al servizio BORSA TELEMATICA DEL RECUPERO avviene collegandosi all'indirizzo:
www.borsadelrecupero.net
La BORSA TELEMATICA DEL RECUPERO, evoluzione della borsa SIMEA, è un servizio gratuito che il Sistema camerale.
La BORSA TELEMATICA DEL RECUPERO ha lo scopo di mettere in contatto le Imprese e gli Operatori che si occupano delle attività di 'gestione e recupero del rifiuto': Intermediari, Trasportatori, Ricuperatori, Smaltitori, ecc.; in modo tale da ampliare le proprie opportunità di mercato attraverso un sistema 'garantito' e 'trasparente'.
L'accesso e l'utilizzo da parte degli operatori alla BORSA TELEMATICA DEL RECUPERO è disciplinato da un Regolamento, che garantisce la trasparenza agli scambi e la sicurezza agli operatori, i quali vengono accreditati sulla base del possesso di specifici requisiti (iscrizione al Registro Imprese, iscrizione Albo Gestori, Autorizzazioni specifiche, ecc.). Tutti gli scambi di informazioni tra le Imprese che offrono o richiedono informazioni e 'rifiuti' potenzialmente recuperabili, avvengono via posta elettronica.


Premio Impresa Ambiente, candidature entro il 30 novembre 2005

ROMA - Valorizzare l'impegno e promuovere le realtà italiane private e pubbliche che abbiano contribuito concretamente a migliorare l'impatto economico, sociale e ambientale in un'ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale. Questo l'obiettivo della prima edizione del Premio Impresa Ambiente, promosso da ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio, ministero delle Attività produttive, Unioncamere e Camera di Commercio di Roma.
Il riconoscimento avrà cadenza annuale e andrà alle organizzazioni che abbiano introdotto significative innovazioni di processo, sistema, tecnologia e prodotto, o abbiano avviato partnership internazionali, in un'ottica di rispetto ambientale e responsabilità sociale.
'È con grande soddisfazione che promuoviamo la nascita nel nostro Paese di questo premio, simbolo dell'attenzione crescente delle imprese e organizzazioni italiane verso le tematiche ambientali. - ha sottolineato Marco Citterio, presidente della Commissione Ambiente di Unioncamere - Grazie a questo riconoscimento intendiamo far emergere le esperienze e le eccellenze dell'Italia a livello internazionale, promuovendo allo stesso tempo la crescita di una nuova cultura d'impresa, attenta a valori non solo economici ma di responsabilità sociale'.
Il Premio è suddiviso in quattro Categorie: Migliore Gestione, Miglior Prodotto, Miglior Processo-Tecnologia, Migliore Cooperazione Internazionale. Potranno concorrere all'assegnazione le imprese pubbliche e private italiane, gli enti pubblici e le Ong - Organizzazioni non governative.
Le candidature dovranno pervenire alla Segreteria Organizzativa del Premio entro le 12 del 30 novembre e verranno valutate da un'apposita giuria, composta da composta da 7 autorevoli esperti del settore ed esponenti del sistema produttivo e della ricerca.
Le imprese e organizzazioni vincitrici saranno premiate nel corso di una cerimonia che si terrà a Roma nel febbraio 2006 e avranno la possibilità di partecipare alla prossima edizione dell'European Business Awards for the Environment, nato sotto l'egida della Commissione europea (Dg Ambiente) nel 1987, per riconoscere e promuovere le organizzazioni che abbiano contribuito allo sviluppo sostenibile. Il Bando, le scadenze, e ulteriori dettagli sul Premio sono disponibili sul sito web: www.premioimpresambiente.it.
Rif. Premio Impresa Ambiente, Ufficio Stampa, Patrizia Semeraro, cell. 347 6867620 - email: patrizia.semeraro@gmpr.it, Francesca Puglisi, cell. 393 9739334 - email: francesca.puglisi@gmpr.it