> Registro Imprese
Il Registro delle Imprese

IL REGISTRO DELLE IMPRESE

Alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura nella loro funzione di Anagrafe delle Imprese, spetta il compito di raccogliere i dati relativi alla vita di ogni azienda attraverso
il Registro delle Imprese ed il Repertorio Economico-Amministrativo.
Ad essi infatti devono iscriversi tutti coloro che esercitano una qualsiasi attività di tipo economico.
Il Registro delle Imprese, la cui tenuta è stata affidata dalla Legge 581/93 alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura , è operante dal 19.2.1996.

CLICCATE QUI PER EFFETTUARE UNA RICERCA NEL REGISTRO

 

LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI POSSONO ACCEDERE AI DATI ATTRAVERSO IL SITO DEDICATO

 

Dal 19 febbraio 1996 tutte le funzioni svolte dalle Cancellerie Commerciali dei Tribunali sono definitivamente venute meno, mentre il Registro delle Ditte, già tenuto dalle Camere di commercio, ha cessato di operare con il 26.1.1997.
Ogni impresa, sia collettiva che individuale, è tenuta ad iscriversi nel Registro delle Imprese ed a trasmettere le notizie che riguardano il suo assetto societario e le eventuale modificazioni, attraverso il deposito degli atti societari e le loro modificazioni. Deve inoltre comunicare tutte le notizie di carattere economico/amministrativo (ad es. i dati relativi all’attività economica esercitata, l’apertura-modifica-chiusura di unità locali, variazioni residenza soci ecc.) che andranno a costituire il REA (Repertorio Economico-Amministrativo).
La finalità principale del Registro delle Imprese è quella di assicurare un sistema organico e completo di pubblicità delle imprese adeguato alle esigenze di una società dell’informatica. La pubblicità legale commerciale diventa trasparente, telematica, flessibile. I dati relativi alle aziende sono disponibili su tutto il territorio nazionale in tempo reale a mezzo di una banca dati consultabile sul sito www.registroimprese.it oppure www.infoimprese.it .

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

- Art. 8 Legge 580 del 19.12.1993
- D.P.R. 581 del 7.2.1995
- Codice civile

Il Registro delle Imprese è istituito in ciascuna provincia, è unico e comprende una Sezione ordinaria e quattro sezioni speciali.

Sezioni e Soggetti Obbligati

Devono iscriversi tutti gli imprenditori qualunque sia la forma giuridica (sia società che ditte individuali) sotto la quale viene svolta l'attività; ed in particolare una qualunque delle attività di cui all'articolo 2195 del c.c., nonché l'attività agricola di cui all'articolo 2135 c.c. svolta attraverso una società legalmente costituita.

La normativa vigente prevede:
la Sezione ordinaria per:
-gli imprenditori individuali che esercitano un'attività commerciale, così come definita dall'articolo 2195 c.c.;
- le società di cui all'articolo 2200 del c.c.;
- i consorzi (articolo 2612 del c.c.) e le società consortili (articolo 2615-ter del c.c.);
- gruppi europei di interesse economico (di cui al decreto legislativo 3.07.1991 n. 240);
- aziende speciali di enti locali e consorzi tra enti locali ex. L. 142/90;
- società estere con sede amministrativa/secondaria in Italia;
- società estere con oggetto principale in Italia;
- enti pubblici economici (aventi cioè per oggetto esclusivo o principale un'attività commerciale).

Nella Sezione speciale si devono iscrivere:
- gli imprenditori agricoli di cui all'articolo 2135 del c.c. (qualora l'attività sia svolta in forma - societaria, esclusa la società semplice, devono essere iscritti anche nella sezione ordinaria);
- i piccoli imprenditori di cui all'articolo 2083 c.c.
- le società semplici di cui all'articolo 2251 del c.c.;
- le imprese artigiane: tutte le imprese, iscritte come tali, ai sensi della L. 443/85, nell'albo - imprese artigiane, sono annotate nella sezione speciale;
- le società tra avvocati di cui al D.Lgs. n. 96/2001.

ATTIVITÀ ECONOMICHE
Le attività economiche iscrivibili nel Registro delle Imprese sono:
- produzione di beni e servizi
- intermediazione nella circolazione dei beni
- attività di trasporto di cose e di persone attività bancaria ed assicurativa
- attività ausiliaria delle precedenti (agenzia, mediazione, ecc.)
- attività agricola

 

 

QUALI SONO GLI ADEMPIMENTI NECESSARI PER ESERCITARE UN'ATTIVITA' DI IMPRESA

ATECO è il servizio che offre all’impresa e ai professionisti un quadro d’insieme degli adempimenti amministrativi necessari per svolgere legittimamente l’attività di impresa. Con questo servizio è possibile ricercare i codici ATECO, conoscere le norme associate, i requisiti richiesti e gli adempimenti necessari per avviare la propria attività. Consultate il sito http://ateco.infocamere.it

.

 

 

COME FARE PER ISCRIVERSI NEL REGISTRO DELLE IMPRESE

L'iscrizione nel Registro delle Imprese va fatta solo ed esclusivamente in modalità telematica collegandosi al sito : https://www.registroimprese.it/comunicazione-unica-d-impresa

CLICCATE QUI PER CONSULTARE LA GUIDA SU ComUnica

 

 

ADEMPIMENTI SOCIETARI - COME PRESENTARE LE PRATICHE RELATIVE ALLE SOCIETA'

PER GLI ADEMPIMENTI SOCIETARI E' DISPONIBILE UNA GUIDA INTERATTIVA SUL LINK
http://vsri.infocamere.it/vsri/adempimenti/vsriSearchAction.action?cciaa=&widgetWidth=480&widgetHeight=200

 

MANUALE PER IL DEPOSITO BILANCI

L'Unioncamere mette a disposizione di tutte le camere di commercio il Manuale per il deposito dei bilanci, aggiornato con le ultime novità introdotte dalla normativa più recente, in particolare la previsione dell’obbligo di depositare anche le tabelle della Nota Integrativa in formato elettronico elaborabile (xbrl).
Il Manuale è approvato dall’Osservatorio composto dai rappresentanti del sistema camerale e da quelli del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti.

 

SCIA - SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' - ATTIVITA' REGOLAMENTATE

Le attività regolamentate sono disciplinate da specifiche norme, che ne subordinano l'esercizio al possesso di particolari requisiti morali e tecnico-professionali e che prevedono la presentazione di una denuncia di inizio attività alla Camera di commercio (Registro delle Imprese o Commissione Provinciale per l'Artigianato).
Rientrano nelle attività regolamentate le imprese di:
- Installazione impianti
- Autoriparazione
- Pulizia
- Facchinaggio
- Commercio Ingrosso
- Agente e rappresentante di commercio
- Agente di affari in mediazione

La modulistica è scaricabile in fondo a questa pagina

Tassa di concessione governativa: non è più dovuta per iniziare una attività di commercio ingrosso, impiantistica, autoriparazione, pulizia, facchinaggio, agente di commercio, mediatore.
La Direzione centrale normativa dell'Agenzia delle Entrate, in risposta ad un interpello, ha stabilito che la tassa di concessione governativa di cui all'art. 22, punto 8, della tariffa annessa al DPR n. 641 del 1972 (pari a € 168,00) NON è dovuta in caso di presentazione al registro delle imprese di una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) di commercio all'ingrosso, impiantistica, autoriparazione, pulizia, facchinaggio, agente di commercio, agente affari in mediazione e spedizioniere, perché il presupposto per il suo pagamento non sorge quando dalla segnalazione di inizio attività (SCIA) stessa non scaturisca alcuna iscrizione in un albo elenco o registro che risulti abilitante per l'esercizio dell'attività.

La Camera di commercio di Caltanissetta recepisce quanto disposto dall'Agenzia delle Entrate e non richiede più il versamento della tassa per l'inizio delle attività elencate sopra.


Altri siti internet

www.impresa.gov.it

I MODULI REGISTRO IMPRESE SONO SCARICABILI QUI IN BASSO


Uffici amministrativi

Corso Vittorio Emanuele, 38
93100 CALTANISSETTA
Tel:0934530611  
segreteria.generale@cl.camcom.it 

©copyright 2018 Camera di Commercio di Caltanissetta - developed by Elastro